Disability-inclusive response to COVID-19

https://italyun.esteri.it/rappresentanza_onu/it/comunicazione/archivio-news/2020/05/l-italia-partecipa-al-comunicato_0.htmlLa pandemia rappresenta una crisi senza precedenti, che sta influenzando seriamente la salute, diminuendo i mezzi di sostentamento e il benessere generale delle persone in tutto il mondo. Ha un impatto sui diritti umani e aggrava le ineguaglianze già esistenti. Le persone con disabilità sono state sproporzionatamente colpite dalla pandemia e dobbiamo assicurare che non siano lasciate indietro e discriminate durante la risposta e la ripresa post-Covid.

Molte persone con disabilità sono più a rischio di contrarre il virus e sviluppare complicazioni severe o maggiore mortalità per diverse ragioni, incluse in alcuni casi, condizioni di salute pre-esistenti o la vita all’interno delle istituzioni.

Le persone con disabilità fanno esperienza di maggiore barriere attitudinali, ambientali e istituzionali e discriminazione, esclusione dall’accesso a servizi di cura e informazione, così come fanno fronte a disagi nei luoghi di lavoro, educazione e accesso a sistemi di protezione sociale e altri servizi di supporto. Queste situazioni possono essere inasprite da forme di discriminazione multiple fronteggiate da donne, bambini e persone anziane con disabilità e persone con disabilità a rischio di o già in situazioni di emergenza umanitaria.

A questo proposito, siamo lieti di presentare il Policy Brief delle Nazioni Unite intitolato “Una risposta inclusiva alla Covid-19 per le persone con disabilità” nonché una serie di linee guida da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e l’OHCHR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani). Riconosciamo inoltre le iniziative del Comitato sui Diritti delle Persone con Disabilità e l’inviato speciale dell’ONU sulla disabilità e accessibilità così come il Relatore Speciale sui diritti delle persone con disabilità.

LINK AL SITO