Seguici su 
Le associazioni sul territorio
IN PRIMO PIANO     » L'esperto risponde     » Area Giovani     » Area Soci     » News     » Fotogallery     » Video

LESIONI DA DECUPITO

Lesione, ulcera, piaga da decubito e ulcera da compressione sono termini usati indifferentemente per indicare una alterazione della cute e dei tessuti circostanti dovuta a compressione o sfregamento. Questi comportano una alterazione della circolazione e/o limitano l’apporto di ossigeno e di sostanze nutritive nell'area interessata.

Le lesioni da decubito rappresentano uno dei problemi assistenziali più importanti nei giovani con alterazioni neurologiche e in particolare in quelli con Spina Bifida.

In un bambino con Spina Bifida, alcuni nervi che conduco le sensazioni della pelle al

midollo possono non funzionare correttamente. E così il bambino non si accorge delle sensazioni di pericolo, come il calore e il dolore.

Il “gattonare” o lo strisciare sul pavimento possono comportare il passaggio di piedi e di

gambe su oggetti taglienti o comunque tali da escoriare la pelle: il semplice passaggio su

un tappeto o moquette, o l’indossare calzature o tutori, può provocare delle lesioni.

E non sempre il danno inizia dalla superficie: può succedere che in un bambino seduto su sedia a rotelle, la pressione venga esercitata sulla pelle dalle ossa e dalla sedia.

La prevenzione delle lesioni cutanee è di vitale importanza: può essere effettuata proteggendo le aree sensibili da traumi ed eliminando le cause di compressione e sfregamento. Se la lesione non viene riconosciuta subito e trattata adeguatamente, può diventare fonte di infezione. L’igiene, la detersione e il tamponamento della parte sono fondamentali (l’importante è seguire sempre le indicazioni del medico).